Sneakers Boutique Uomo Plein Philipp Galiano qqPfR

Sneakers Boutique Uomo Plein Philipp Galiano qqPfR
 
Stivali Italy Outlet Stivaletti Mendi Donna Geox Online F17ExnBqXq          
 
  Rosso Diadora Premium V7000 Blu Scarpa qP0RnxPit it Migliori E In Consigli Amazon Vendita Scarpini Su Scarpinionline nZBwx4n
 
 
Settembre 2018
 
L M M G V S D
1 2
3 4 5 6 7 8 9
Boutique Galiano Plein Philipp Uomo Sneakers 10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23 Galiano Uomo Sneakers Plein Boutique Philipp
24 25 26 27 28 29 30
Plein Uomo Boutique Philipp Galiano Sneakers
 
   
  Uomo Plein Sneakers Philipp Boutique Galiano  
  Philipp Boutique Uomo Galiano Plein Sneakers  
Online Uomo Fitness Italia Fila Outlet Store Bianco Original Www 0qIHUUt
  Chunky Sneakers 2018 Modelli L'autunno Da Per I Scegliere TBT8wn1q7r  
   
  Scarpe Nera Pelle Prezzo Respira A Offerte D Simbolo Basso Uomo Geox x01nw6vCq  
   
  Alte Tendenze Sets Diadora Stili it Stileo Scarpe Prodotti 5Rvzzaq  
   
Boutique Sneakers Galiano Philipp Plein Uomo   Alte Tendenze Sets Diadora Stili it Stileo Scarpe Prodotti 5Rvzzaq  
   
Jr Sala Pelle Nerogiallo In Naturale Diadora Id 650 Calcetto tqafPSxaw
  Raccogliere e Bruciare
  regia di Enzo Moscato
 
 

liberamente ispirato alla Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters

con Giuseppe Affinito, Prezzo Sneakers Diadora Confronta Calzature Donna RwqR6FBr7Massimo Andrei, Benedetto Casillo, Salvatore Chiantone, Gino Curcione, Enza Di Blasio, Caterina Di Matteo, Cristina Donadio, Tina Femiano, Gino Grossi, Amelia Longobardi, Ivana Maione, Vincenza Modica, Rita Montes, Anita Mosca, Enzo Moscato, Francesco Moscato, Luca Trezza, Imma Villa

e con la partecipazione di:
Maria Pia Affinito – Oscar e Isabel Guitto – Isabella Mosca Lamounier


testi Enzo Moscato
installazioni Mimmo Paladino
assistente alla regia Angelo Laurino
luci  Cesare Accetta
musiche originali di scena Enza Di Blasio
ricerche musicali Teresa Di Monaco
costumi Daniela Salernitano
trucco Vincenzo Cucchiara


produzione Compagnia Enzo Moscato\Casa del Contemporaneo

 
  

Philipp Boutique Sneakers Plein Galiano Uomo
SCHEDA   DATE     PRESS   BIGLIETTI   ACQUISTA ON LINE
 

Galiano Sneakers Plein Boutique Philipp Uomo ‘Tra Spoon River e Neapolis – la greca’’

 

(qualche nota a proposito della messa in scena di ‘Raccogliere & Bruciare’)

 

 

 

‘Se si guarda non troppo distrattamente alla proposta scenica contenuta in ‘Raccogliere & Bruciare’

Plein Boutique Sneakers Philipp Galiano Uomo  (ennesima mia ‘trad’invenzione’ di un classico letterario o teatrale universale  - ne avrò fatte almeno

 una decina in circa quarant’anni di attività drammaturgica), è che essa è fatta, qui e là, di assidui e

 premeditati tradimenti.

 Sia rispetto all’originale testuale anglo-americano d’ispirazione, sia rispetto all’idea in generale che uno

 ha, o si fa, a proposito della ‘cosa’ o dell’’evento’ comunemente chiamato Teatro.

 Per quel che riguarda il primo aspetto, ossia quello relativo alla traslazione in un mio personale gergo

 Italo-napoletano del testo di partenza, il concetto operativo di traduzione (e l’ho più volte e in più luoghi

 sottolineato) è che esso è connesso, dal principio alla fine, col più radicale e il più libero esercizio  inventivo

traduttorio.

Per me, infatti, il binomio traduzione-tradimento – anche solo restando al mero piano della scrittura –

non è un ‘optional’ più o meno arbitrario di chi, per lavoro, verte un idioma in un altro e diverso idioma

del pianeta Terra, ma un dovere, oltre che un diritto, che va esercitato senza riserve e senza risparmio,

al fine di restituire intatta al lettore (o, nel caso del Teatro, allo spettatore) tutta la vivezza e la ricchezza

Galiano Plein Philipp Sneakers Boutique Uomo e la complessità e la poli-semanticità, a più livelli, già insiti, ma magari celati, nel testo ispirativo a monte.

Ed è così, allora, che, obbedendo a quanto qui di sopra ho segnalato, la minuscola ed ignota cittadina di

Spoon River, nell’Illinois, col suo lillipuziano e parlante cimitero, pieno zeppo, com’ è , di dediche ed epitaffi,

di grottesche e amare sintesi di vita, incise sopra i marmi o sulle croci, presso fosse o tombe di ossianica e

incupente atmosfera nord-atlantica, può – nel mio immaginario e nella scrivente  mano che ad esso imma-

ginario è sottomessa -  trasformarsi senza troppe reticenze e timidezze nel più vasto ed affollato e musicale

Philipp Galiano Sneakers Boutique Plein Uomo  ed inveente e, a tratti, anche incasinante ed ammuinante, cimitero o campo-in-santo della celebre città

di Spentaluce.

Allegoria, quest’ultima, sin troppo trasparente, ma anche , a momenti, contrastante-confondente,

Uomo Plein Galiano Philipp Boutique Sneakers  di Neapolis – la greca, distrutta da un’ennesima quanto lavica eruzione micidiale del Vesuvio, che è, poi,

 a ben guardare, il vero e l’unico demiurgo Giove- Pluvio--Ultor,

 che, in  bene e in male, da vivi nonché da morti,

dittatorialmente, da sempre, ne sovrasta e condiziona gli abitanti.

Il secondo aspetto del lavoro da prendere in considerazione è la forma teatrale da me scelta, o ricavata,

Philipp Sneakers Plein Boutique Galiano Uomo dalla ‘trad’invenzione’ linguistica suddetta, operata sul testo basico.

Cioè, l’aspetto, direttamente scenico che vien fuori dal doppio  e voluto tradimento della lingua e del luogo

del testo originario; come pure dello spiazzamento legato alle attese solite della costruzione dell’evento

spettacolo.

Questa forma – ognuno se ne potrà rendere conto guardando la rappresentazione – è la pressocchè

radicale immobilità – o semimobilità  - degli attori/attrici, chiamati a impersonare le figure del testo, che,

attraverso un reiterato ed assoluto gioco narrativo/denarrativo , fatto di parole e filastrocche, di senso e

di non-senso, di ricordi  e di smarrimenti repentini degli stessi , evidenziano e conducono  la messa in scena

dal principio alla fine.

Ebbene, qualcuno si chiederà perché, in questo spettacolo, io faccio così poco muovere gli attori.

Ed io rispondo che la risposta, a questo giustificatissimo quesito, non può essere da parte mia che…

vaga, ahimè!, o semplicemente e nudamente di tipo emotivo e, pertanto, evocativo.

Ma, forse, un briciolo di ragionamento a monte c’è. Anche se parliamo di un ragionamento fatto solo

Galiano Philipp Boutique Sneakers Plein Uomo con me stesso. A labbra serratissime e a suono di parole così basso che nemmeno mi arrivano agli orecchi!

Intanto, si muovono poco o niente, perché, alla fine, dopotutto, dovrebbero ‘essere’ dei Morti.

E i Morti, si sa, sono pure anime, o , tutt’al più, degli ‘apparenti’ corpi.

In secondo luogo – e qui, spero non me ne vorranno i miei concittadini spettatori! – sono Napoletani,

vuoi sulla carta del copione, vuoi sopra i legni del palco – e, in quanto tali, in quanto Napoletani, già di loro

sono tradizionalmente di natura dinamico-vulcanica incontenibile, come ognun sa - o s’immagina.

Pertanto, a mio avviso, sulla scena, vanno fatti muovere il meno possibile, per non incorrere, magari, in un

eccesso di descrittivismo -naturalismo fisico/figurativo, che, oltre che deleterio sul piano stilistico generale,

sarebbe anche ridicolmente in contrasto con la ‘parte’ di defunti, di ‘ non natura’ , di inorganica materia,

 che vanno a interpretare.

Ma, soprattutto, in scena, ho deciso di contenerli il meno possibile ( un meno possibile relativo, s’ intende,

perché, alla fine, non voglio mica raschiare dalle loro partenopee voci e pelli quanto di espressivamente 

bello possono avere in relazione alla loro e nostrana indole o natura), dando loro cioè una forma statica

e non inutilmente e fastidiosamente tutta giocata sulle classiche ‘entrate’ e ‘uscite’ di un Teatro di scontata

convenzione, proprio allo scopo di attivare all’ improvviso e inaspettatamente l’intermittente gioco  dello

scoppio della mobilità e della vivezza, dell’anarchia e dell’irriverenza che io  - personalmente – immagino

i Napoletani debbano conservare anche quando sono giunti nel proverbiale ‘Al di là’ – che, per l’appunto,

per forza caratterialmente ignea, esplosiva loro, non può essere e tradursi che in un verace e reiterato,

inestinguibile ‘Al di qua’!

Detto questo, si potrebbe anche leggere la forma – il ‘visus’ dello spettacolo -  come una sorta di umile

nonché sgangherato omaggio alla famosa e ben altrimenti tragica ‘classe morta’ di kantoriana memoria

oppure come una scenica rivisitazione – in chiave parteno-grottesca – degli istrionici e stralunati fantasmi

della ‘Visite à Jean Barrès’ del sempre attuale e surreale - metafisico Cocteau.

Perchè,  in fondo, che cosa sono i Morti – e soprattutto – cos’è il luogo dove vanno a finire, quando il loro

stato di moritudine è acclarato, nessuno di noi – ovviamente – lo sa.

Nonostante la sterminata sequela di suggestioni e descrizioni propinateci da arte, filosofia, religione, nei

secoli dei secoli.

E pertanto, ognuno – Lee Masters, gli spettatori ed anche l’imbelle sottoscritto! -  può farsene un’idea

o una qualche fantasia, al riguardo.

E liberamente crederle o presumerle – entrambe, idea e fantasia -  reali, oggettive, veritiere,

perché, evidentemente, tanto e non più di tanto, può arrivare a comprendere e a tollerare  il cuore

e l’intelletto della specie detta umana.

 

                                                                           Enzo Moscato

 

 

 

 
 
Boutique Plein Sneakers Galiano Uomo Philipp Galiano Philipp Sneakers Uomo Boutique Plein